Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_stoccarda

Anagrafe

 

Anagrafe

 

UFFICIO DEMOGRAFICO - SERVIZIO ANAGRAFE CONSOLARE / A.I.R.E.

orario di apertura e festività osservate da questo Consolato Generale

servizio telefonico con OPERATORE attivo

e-Mail: anagrafe.stoccarda@esteri.it

AVVISO AIRE - Obbligo prova residenza

Tutti i cittadini italiani che trasferiscono stabilmente all'estero la loro residenza, entro 90 giorni dalla data di arrivo nel Paese di destinazione, devono fare apposita dichiarazione presso il competente Ufficio consolare ai fini dell'iscrizione all'AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all'Estero) dell'ultimo Comune italiano di residenza. 


CONSEGUENZE ISCRIZIONE AIRE

Si informa che l’iscrizione all’Aire comporta la cancellazione anagrafica dal registro della popolazione residente nel Comune italiano di provenienza ed ha come conseguenza la cancellazione dal Servizio Sanitario Nazionale ad eccezione degli interventi d’urgenza (pronto soccorso). Si invitano pertanto tutti gli interessati, prima di richiedere l’iscrizione all’AIRE, a valutare attentamente se la propria permanenza in Germania abbia carattere permanente (oltre i 12 mesi) e dia accesso ai servizi sanitari del sistema sociale tedesco.

Inoltre, i cittadini italiani residenti al di fuori dell'Italia sono tenuti ad informare il Consolato italiano del luogo di residenza su ogni variazione intervenuta riguardo a:

  • indirizzo all'estero
  • cittadinanza
  • stato civile
  • composizione del nucleo familiare
  • cambio di nome.

Sarà cura del Consolato comunicare tali variazioni al Comune AIRE competente.

L’iscrizione all’AIRE è direttamente collegata con l’esercizio del voto all’estero per l'elezione delle Camere e per i referendum. Infatti, possono votare nella Circoscrizione estero, esprimendo il proprio voto per corrispondenza, solo i cittadini regolarmente inseriti nell’AIRE e negli schedari consolari.

La richiesta di iscrizione all'AIRE può essere fatta dall'interessato (per sé e per i propri familiari di cittadinanza italiana) tramite l'Ufficio consolare.

In mancanza di una diretta iniziativa da parte dell'interessato l'iscrizione all'AIRE può essere fatta d'ufficio, sia da parte del Comune italiano competente sia da parte del Consolato, quando vengono a conoscenza dell'effettiva residenza all'estero di un cittadino italiano. Il cittadino ne sarà informato direttamente dal Comune o tramite il Consolato italiano del luogo di residenza.

Anche il rientro definitivo in Italia deve essere comunicato all’Ufficio consolare e, da questi, al Comune AIRE competente ai fini della cancellazione dagli schedari consolari e dall’AIRE.

Non devono essere iscritti all’AIRE coloro che soggiornano all’estero per meno di 12 mesi, i lavoratori stagionali, i dipendenti dello Stato in servizio diplomatico e consolare.

Come ci si iscrive all'AIRE

Le persone interessate debbono rivolgersi all’Ufficio Anagrafe del Consolato entro 90 giorni dalla immigrazione. E’ necessario esibire i seguenti documenti del richiedente e dei familiari conviventi:

  • valido documento di identità, possibilmente italiano (passaporto o carta di identità)
  • documentazione recente, o comunque non più vecchia di 6 mesi, comprovante la stabile e legale residenza all'estero, in tal caso in Germania, quale ad esempio, copia dell’ultima conferma di iscrizione anagrafica presso il Comune tedesco (Anmeldebestätigung non più vecchio di sei mesi altrimenti Meldebescheinigung non più vecchio di sei mesi).
  • Se la richiesta di iscrizione non è presentata direttamente dall’interessato (può essere inoltrata anche per posta o per fax), è necessario inviare i documenti sopra indicati in fotocopia nonché - debitamente compilato in tutti i campi richiesti e firmato - l’apposito modulo/dichiarazione sostitutiva, contenente tutti i dati richiesti per procedere alla compilazione della scheda
    individuale e della scheda di famiglia.
  • Per i cittadini nati stranieri e diventati italiani per Decreto è necessario che oltre al documento d’identità italiano producano una certificazione che attesti l’avvenuta trascrizione dell’atto di nascita presso un Comune italiano.

IN MANCANZA DI UNO DEI SUDDETTI DOCUMENTI LA RICHIESTA NON POTRÀ ESSERE ACCOLTA!

Attenzione: Il trasferimento da altra circoscrizione consolare non può intendersi come variazione di indirizzo ma come NUOVA ISCRIZIONE, con le modalità suddette.

Se la richiesta di iscrizione non è presentata direttamente dall'interessato (può essere inoltrata anche per posta o per fax), è necessario inviare i documenti sopra indicati in fotocopia nonché - debitamente compilato e firmato - l'apposito modulo/dichiarazione sostitutiva, contenente tutti i dati utili per procedere alla compilazione della scheda individuale e della scheda di famiglia.

Iscrizione AIRE di minorenni

L'iscrizione all'AIRE dei minori italiani o doppi cittadini è obbligatoria, sia che essi convivano con il genitore italiano, sia che convivano con il solo genitore straniero.

In questo ultimo caso (minori italiani o doppi cittadini conviventi con il solo genitore straniero), la richiesta di iscrizione all’AIRE può essere presentata sia dal genitore italiano non convivente sia dal genitore straniero convivente, preferibilmente a ciò delegato dall'altro.

Si precisa che l'iscrizione in anagrafe consolare di un minorenne ha come unico scopo quello di attestare l'effettiva residenza (ovvero l'abituale dimora) del cittadino all'estero e pertanto prescinde da eventuali contestazioni derivanti da provvedimenti dell'autorità giudiziaria italiana o locale. 


Come si comunicano le variazioni AIRE

Le variazioni riguardanti aspetti di stato civile dovranno essere comunicate all’Ufficio Stato Civile dell’Ufficio consolare nei modi stabiliti e inviando la documentazione richiesta.

Per quanto riguarda le variazioni di residenza, le persone interessate debbono rivolgersi all’Ufficio Anagrafe del Consolato entro 90 giorni dalla variazione esibendo i seguenti documenti:

  • documento di identità valido, possibilmente italiano (passaporto o carta di identità)
  • documento comprovante la nuova residenza dell’intero nucleo familiare non più vecchio di sei mesi oppure dichiarazione sostitutiva (ai sensi del DPR 445/2000) di cui all’apposito modulo/dichiarazione sostitutiva, con allegata fotocopia del documento di identità del dichiarante.

Tale documentazione può essere inoltrata anche per posta o per fax.

Rientro definitivo in Italia

Le persone che rimpatriano definitivamente debbono rivolgersi all’Ufficio Demografico del Consolato esibendo i seguenti documenti:

  • documento di identità valido, possibilmente italiano (passaporto o carta di identità)
  • documento comprovante la cancellazione anagrafica dal Comune tedesco (Abmeldung).

Tale documentazione può essere inoltrata anche per posta o per fax.

Attenzione: se la richiesta viene inoltrata per posta, si prega di comunicare anche la data di arrivo nella Circoscrizione consolare.

Variazione del Comune di iscrizione AIRE

Il comune cui deve essere effettuata l’iscrizione all’AIRE è, per legge, il comune di ultima residenza in Italia.

Il trasferimento dal proprio comune AIRE ad un altro comune AIRE è possibile solo se nell’altro comune l’interessato ha membri del proprio nucleo familiare iscritti nell'AIRE o nell'APR (Anagrafe della Popolazione Residente). In questo caso, per “membri del nucleo familiare”, devono intendersi il coniuge, un figlio minore o un figlio maggiorenne portatore di handicap.

Il trasferimento da AIRE a AIRE deve essere richiesto per iscritto dall’interessato. L’Ufficio al quale si presenta la domanda è tenuto a verificare la sussistenza dei requisiti previsti dalla legge.

Inoltre, è sempre possibile trasferirsi all'AIRE del proprio comune di nascita se si è già richiesta ed ottenuta l’iscrizione nelle liste elettorali di quest’ultimo comune. La domanda deve essere presentata per iscritto alla competente autorità consolare.

Cosa comporta l’iscrizione all’AIRE

Oltre ad essere un obbligo di legge nonché condizione per poter fruire dei servizi consolari e per votare nella Circoscrizione estero, l’iscrizione all’AIRE comporta, anche:

  • il corretto recapito delle comunicazioni da parte delle Autorità italiane
  • in occasione delle elezioni amministrative in Italia, il recapito della cartolina elettorale che, tra l’altro, dà diritto alle agevolazioni di viaggio e ad eventuali contributi regionali
  • su richiesta dell’interessato, e a seconda delle regolamentazioni stabilite dall’ente competente, riduzioni o agevolazioni per utenze e tributi (per esempio, sulla fornitura di energia elettrica o acqua, tassa rifiuti urbani, ICI, ecc.)
  • perdita del diritto alle pensioni non contributive e trasferimento della competenza in materia di copertura sanitaria alle autorità sanitarie locali.

 

Riferimenti normativi di base

Legge 27 ottobre 1988, n. 470 (Anagrafe e censimento degli italiani all'estero), con relativo regolamento d’attuazione (DPR 6 settembre 1989 n.323) e successive modifiche.
Legge 27 dicembre 2001, n. 459 (Norme per l' esercizio del diritto di voto dei cittadini italiani residenti all' estero) e relativo regolamento d’attuazione (DPR 2 aprile 2003 n.104)

Moduli da scaricare in formato PDF
(serve l'Acrobat Reader per la visualizzazione)

1) Cambio Indirizzo (nell'ambito della Circoscrizione Consolare di Stoccarda)
2) Iscrizione AIRE


28